intranet

Cosè la intranet? semplice, è un portale web accessibile solo alle persone che lavorano in azienda.

In linea con le aspettative aziendali, rappresenta il riflesso digitale dell’impresa dentro la quale ogni dipendente può trovare:

  • comunicazioni e news aggiornate
  • materiali di lavoro
  • servizi al dipendente come le buste paga e prenotazioni
  • aree di formazione
  • spazi di lavoro condivisi
  • wiki / social space
  • molto altro...

Ad oggi, soprattutto in un panorama lavorativo in cui lo smartworking è in rapida espansione ed evoluzione, sono molte le imprese di qualsiasi mercato che scelgono di adottarla.

Il motivo è che la piattaforma rappresenta il mezzo tramite la quale l’azienda riesce a raggiungere tutti i migliori vantaggi che la digitalizzazione comporta.

Innanzitutto, uno degli interessi principali da cui le organizzazioni sono attratte è la possibilità di aumentare la produttività dei dipendenti offrendogli un maggiore grado di autonomia nella ricerca di materiali di lavoro, informazioni e strumenti per lo svolgimento delle attività sia individuali che in team.

La conseguenza è infatti una drastica riduzione del tempo perso, speso a cercare ciò di cui l’utente ha bisogno, con un aumento di quello dedicato all’ottimizzazione delle performance.

In seconda battuta come puoi immaginare, ne deriva un progressivo alleggerimento del sovraccarico che l’help desk service ha solitamente quando i dipendenti non possiedono i mezzi per risolversi da soli eventuali problematiche.

La intranet suscita così tanto interesse poiché viene vista come lo strumento facilitatore e potenziatore del lavoro in grado di dare un aiuto consistente con risultati misurabili a tutte le risorse aziendali.

Devi considerare infatti la intranet come il luogo virtuale di incontro tra le risorse che contribuiscono alla vita evolutiva dell’impresa.

Tutti i dipartimenti possono interfacciarsi tra di loro e generare discussioni e confronti intra-aziendali che portano alla luce elementi per far progredire la crescita.

Chi, infatti, meglio di chi lavora è in grado di fornire nuove soluzioni o servizi per il benessere dell’impresa?

La gestione delle relazioni con i clienti (CRM) è un processo strategico che consente di comprendere meglio le esigenze dei clienti e come soddisfare tali esigenze per migliorare il tasso di ritenzione dei clienti, soddisfare le esigenze di supporto, aumentare le vendite e – in definitiva – aumentare i profitti. I sistemi CRM raccolgono le informazioni sui clienti da una varietà di fonti, tra cui e-mail, siti Web, negozi fisici, call center, app per cellulare e iniziative di marketing e pubblicità. I dati dei CRM fluiscono tra piattaforme operative, come i sistemi di vendita e inventario, e sistemi analitici che mettono in relazione i dati alla ricerca di informazioni sull’efficacia delle campagne, sui modelli di comportamento o sull’efficienza dell’organizzazione.

Se la vostra azienda non ha una visione precisa di chi siano i suoi clienti, quali sono i loro bisogni e desideri, o se sta perdendo clienti a favore di un concorrente, questa è una chiara indicazione che c’è bisogno di un buon sistema di CRM.

Con una strategia CRM efficace, un’azienda può aumentare i ricavi in vari modi:

  • Fornendo servizi e prodotti che corrispondono esattamente a ciò che vogliono i clienti
  • Offrendo un miglior servizio clienti
  • Aiutando il personale di vendita a chiudere le trattative più velocemente
  • Conservando i clienti esistenti e scoprendone di nuovi

Questi vantaggi non avvengono semplicemente acquistando un software e installandolo. Affinché il CRM sia veramente efficace, un’organizzazione deve innanzitutto capire chi siano i suoi clienti, il loro valore, i loro bisogni e il modo migliore per soddisfare tali esigenze. Per esempio, molte istituzioni finanziarie tengono traccia delle fasi della vita dei clienti al fine di commercializzare prodotti bancari appropriati come mutui per la casa, previdenza integrativa  o finanziamenti nel momento più appropriato.

Successivamente, l’organizzazione dovrebbe esaminare tutti i diversi modi in cui le informazioni sui clienti entrano in azienda, dove e come questi dati vengono archiviati e come vengono attualmente utilizzati, se lo sono. Un’azienda, per esempio, può interagire con i clienti in vari modi, tra cui campagne e-mail, siti Web, negozi fisici, call center, personale di vendita sul territorio e iniziative di marketing e pubblicità. I sistemi CRM collegano ciascuno di questi punti di contatto (“touchpoint”, per chi ama l’inglese).

Quanto tempo richiede l’implementazione di un sistema CRM?
Dipende. Se si decide di utilizzare una soluzione CRM ospitata da un fornitore di servizi cloud, specie in modalità SaaS, e si prevede di utilizzare il software per un reparto specifico come le vendite, la distribuzione dovrebbe essere relativamente rapida, diciamo da 30 a 50 giorni, ma bisogna valutare bene il livello di personalizzazione richiesto, che molto spesso in soluzioni del genere non è ottenibile.

Se invece si opta per un’installazione in locale o self-managed su base aziendale (che potrebbe coinvolge diversi reparti) è necessario prevedere bene le fasi dell'operazione: Il tempo necessario per mettere insieme un progetto CRM ben concepito dipende dalla complessità del progetto e dei suoi componenti e dal modo in cui il progetto viene gestito.

Nel corso del tempo ho potuto valutare e testare parecchi CRM opensource che si adattano particolarmente per l'uso nelle piccole e medie realtà del posto in cui vivo.

Ho recentemente seguito l'interessante webinar di Punto Informatico sul riutilizzo delle licenze usate, e come si possa risparmiare ed utilizzarle legalmente

Ve lo ripropongo:

Se sei alla ricerca di licenze usate puoi contattarmi e sarò lieto di proporti l'acquisto che fa per te.

Oggi giorno password e accessi sono molti e da ricordare, spesso i dispositivi e i browser ci vengono in aiuto, ma dove sono contenute queste informazioni? sono sparpagliate nei vari programmi e device, il che rende il tutto più difficile se questi si rompono....

Ecco che ci viene in aiuto KeepassXC, gestore password intelligente e semplice da utilizzare, compatibile con svariati sistemi, infatti KeePassXC è un fork open source sviluppato dalla community di KeePass, uno dei migliori gestori di password per Windows. KeePassXC differisce da KeePass perché funziona su Linux, Mac e Windows e Android.

La corretta scelta, memorizzazione e gestione delle password è uno degli aspetti più importanti in assoluto. Il rischio di esporti a furti di dati e alla sottrazione della propria identità digitale è concreto.

Cos’è Nextcloud ???

Nextcloud è un software "server" che permette di ospitare su un computer/server personale un’infrastruttura simile a quella dei servizi di cloud storage. È un’alternativa interessante anche ai tradizionali file server, sia in casa sia in ambito professionale.

Una soluzione completamente open source nel settore per la gestione e la comunicazione dei dati on-premise con un'attenzione assoluta alla sicurezza e alla privacy.

Nextcloud come alternativa a Google Drive, Drobox o OneDrive:
I servizi di file storage come Google Drive, Dropbox o OneDrive sono diventati molto popolari ultimamente. Essi permettono infatti di sincronizzare automaticamente i vostri files con il cloud e attraverso diversi dispositivi.

Questi servizi di file storage offrono qualche gigabyte di spazio gratuito, ma se volete aumentare lo spazio disponibile dovreste pagare qualche euro ogni mese.
Nextcloud si propone come alternativa gratuita a Google Drive, Dropbox e OneDrive!