tavolo autoNon solo smart working, ma anche Car working (senza troppe pretese)!
Per chi "vive" in auto per lavoro è fantastico: ingombro limitatissimo (è praticamente piatto e si infila sotto o dietro al sedile), leggerissimo (materiale plastico) e robusto.

Si aggancia sotto al volante si fa scorrere indietro tutto il sedile guidatore e pronti con una postazione di lavoro comoda!
Anche per uno spuntino/pranzo a sacco è un'ottima superficie di appoggio.

 

Link al dispositivo:
Piano da lavoro: https://amzn.to/3ox0eiC

map lite

Incredibile quante funzioni possa avere un mini Access Point poco più grande di una moneta!Non lasciatevi ingannare dalle sue dimensioni, perché questo oggettino ha installato RouterOS (un implementazione basata su linux di Mikrotik), un sistema operativo da router molto avanzato che offre molte caratteristiche e possibilità.
Fate attenzione, i dispositivi con RouterOS richiedono oltre ad un minimo di conoscenza di networking anche il saperlo configurare perchè ci sono tantissime funzioni a disposizione.

Oggi giorno password e accessi sono molti e da ricordare, spesso i dispositivi e i browser ci vengono in aiuto, ma dove sono contenute queste informazioni? sono sparpagliate nei vari programmi e device, il che rende il tutto più difficile se questi si rompono....

Ecco che ci viene in aiuto KeepassXC, gestore password intelligente e semplice da utilizzare, compatibile con svariati sistemi, infatti KeePassXC è un fork open source sviluppato dalla community di KeePass, uno dei migliori gestori di password per Windows. KeePassXC differisce da KeePass perché funziona su Linux, Mac e Windows e Android.

La corretta scelta, memorizzazione e gestione delle password è uno degli aspetti più importanti in assoluto. Il rischio di esporti a furti di dati e alla sottrazione della propria identità digitale è concreto.

scuolaL’impennata nel numero dei contagi e il conseguente inasprimento delle misure restrittive andrà quasi certamente a tradursi in un ritorno massiccio all’adozione della didattica a distanza, già ribattezzata didattica digitale integrata con il ritorno in aula del mese scorso. Le scuole superiori saranno con tutta probabilità le prime interessate. A studenti e soprattutto ai genitori vogiio fornire qui alcuni consigli per l’acquisto di soluzioni low cost in modo da farsi trovare pronti per seguire le lezioni da remoto.

Quale piattaforma utilizzare, è cosa che ogni singolo istituto gestisce in proprio sulla base delle scelte effettuate. Quali strumenti adottare, invece, è scelta della singola famiglia, spesso sulla base del budget disponibile per questo investimento in attrezzatura. Le migliori formule a basso costo per poter accedere alle lezioni a prezzo contenuto, avendo tuttavia a disposizione tutto quel che serve per poter partecipare al meglio alle lezioni online.

Fortunatamente, a differenza di quanto avviene ad esempio per lo smart working, non servono risorse tali da gestire pesanti carichi di lavoro. Ciò che occorre per prendere parte alle classi online è un dispositivo in grado di supportare servizi come Meet, Zoom, Teams o le altre piattaforme adottate dall’istituto per l’insegnamento.

Questi sono ad esempio due terminali che sicuramente consiglierei per questo tipo di attività in ordine di prezzo:
Microtech e-book Lite:  https://amzn.to/34d5Rdz
Lenovo ThinkPad X230: https://amzn.to/34ccHQR
Lenovo Essential V145:  https://amzn.to/3m3l72K
DELL Latitude E5440 (ricondizionato): https://amzn.to/3jaVyef 

 

Lo sviluppo e il mantenimento del codice di Immuni, l'app italiana per il contact tracing, passa nelle mani Statali (parere personale: e siamo a posto no.... )

L'applicazione Immuni, è stata progettata e sviluppata dal team di Bending Spoons, passerà ora nelle mani dei "professionisti" di Sogei e pagoPA che ne cureranno lo sviluppo e il mantenimento sotto la supervisione del Commissario Straordinario per l'emergenza, del Ministero della Salute e del Ministro dell’Innovazione, il passaggio era già previsto dal contratto iniziale e non avrà nessun onere per le tasche dei contribuenti.

Fra gli obiettivi futuri ci sarà l'integrazione di Immuni con le altre applicazioni europee di contact tracing nel contesto del protocollo di interoperabilità delineato dalla Commissione Europea. (Fonte: corrierecomunicazioni)

mentre nel resto del mondo...... L'Health Service Executive (HSE) irlandese ha donato il codice sorgente per l'app COVID Tracker alla Linux Foundation. Ciò consentirà alle giurisdizioni di tutto il mondo di sviluppare e distribuire rapidamente le proprie app di tracciamento dei contatti utilizzando una base comune open source consentendo al tempo stesso il miglioramento globale di questo strumento.
Il codice sorgente di COVID Tracker Ireland sarà reso disponibile con il nome del progetto COVID Green. Il repository sarà gestito dagli sviluppatori NearForm.
(Fonte: neaform.com)

Dove sbagliamo "a volte" noi italiani?